Torta margherita con gocce di cioccolato

Buongiorno..chi gradisce una fetta di torta margherita con gocce di cioccolato per colazione o per merenda??

Avevo bisogno di preparare una torta in poco tempo e grazie alla Farina per dolci autolievitante Ruggeri …ci sono riuscita.

SAM_7347

E’una miscela già pronta, non bisogna aggiungere lievito per dolci, ma solo 100 gr di burro morbidissimo, 3 uova intere e 100 ml di latte ( la ricetta sul retro prevedeva più latte, ma ne ho aggiunto di meno perché le mie uova erano abbastanza grandi). Ho aggiunto inoltre, 100 gr di  gocce di cioccolato consentite (  ho usato Decorì loconte),  finite tutte sul fondo proprio perché abbastanza liquido con soli 100 ml di latte.  La cottura è indicata sul retro della confezione…forno 180 °C per 35/40 minuti con prova stecchino 🙂

SAM_7351

La vostra Monica 🙂

éclair

Buon sabato pomeriggio. Il mio stomaco ha avanzato una specifica richiesta….. éclair….. A Napoli è conosciuta come Choux, altro non è che la pasta per il bignè a cui viene data una forma più allungata e farcita con panna, o con crema ai vari gusti..dal caffè al cioccolato.

Io ho preferito farcirli metà con panna e metà con crema pasticcera al cioccolato.

Per la pasta Choux

130 gr di farina Farmo Low Protein

100 gr di burro

200 ml di acqua a temperatura ambiente

4  uova

1 pizzico di sale

1 cucchiaio di zucchero

Per il procedimento della pasta cliccate qui.  Non ho la planetaria purtroppo, ho usato quindi, per amalgamare le uova, il mio bel mixer con fruste da impasto.

SAM_7275SAM_7276

Ho seguito lo stesso procedimento, le stesse temperature ed ecco il risultato.

SAM_7278

SAM_7282

éclair alla panna: non li ho tagliati in orizzontale, ma sulla parte alta e inserito la panna con una sac a poche. Li ho leggermente bagnati con qualche goccia di limoncello prima di inserire la panna

 Ho ottenuto 15 éclair. Metà farciti con panna montata  ( ho usato circa 100 ml di panna..ma  regolatevi in base ai vostri  gusti e alla quantità di Eclair preparati ) …amarene Fabbri e caramello.

SAM_7285

SAM_7295

Ed ecco l’interno

 

 

Per la farcitura al cioccolato invece ho preparato una crema con

125 ml di latte

125 ml di panna liquida  ( non montata)

60 gr di zucchero semolato

20 gr di amido di mais  consentito ( io ho usato maizena)

100 gr di cioccolato fondente  ridotto in scaglie (ho usato nestlè con scritta senza glutine)

2 tuorli

Il procedimento è lo stesso della crema pasticcera. Ho amalgamato i tuorli allo zucchero e mescolato fino a renderli chiari. Ho aggiunto l’amido e mescolato ancora e infine il latte miscelato alla panna, amalgamandolo pian piano per evitare che si formino dei grumi. Mescoliamo continuamente a fuoco dolce, fino a che non diventi cremosa. Spegniamo il nostro fornello e inseriamo il cioccolato fondente..mescolando ….mescolando fino a scioglierlo completamente. Lasciamo raffreddare. E farciamo i nostri éclair, questa volta tagliati orizzontalmente.

SAM_7297

Ho farcito la parte superiore con altra crema al cioccolato e guarnito con chocaviar Venchi

SAM_7306

SAM_7316

Ed ecco l’interno…..

 

La vostra Monica 🙂

 

P.s. La prossima volta li  preparerò con farina di riso 🙂

 

 

 

 

 

Ciabatte al mix omega

Buon pomeriggio amici!

SAM_7107

Che ne dite di preparare delle ciabatte al mix omega con la nostra bellissima Zero-Glu Imetec? Ecco la ricetta:

300 gr di acqua

300 gr di farina Bi-aglut sfornagusto (confezione da 1 kg)

8 gr di lievito fresco

30 gr di olio evo

10 gr di sale

4 cucchiai di mix omega Nutrifree

Inseriamo l’acqua , nella quale avremo  sciolto il lievito, nel contenitore pagnotta; aggiungiamo l’olio extra vergine di oliva e la farina. Selezionare il programma 2 , lo stampo (ciabatta) e  il livello di doratura che desideriamo, a questo punto tasto Start.

Dopo pochi secondi ho aggiunto il sale e 2 cucchiai di mix omega. Dopo 1 ora e 16 minuti, al segnale di 10 bip, ho trasferito l’impasto a cucchiaiate negli stampi ciabatta, leggermente unti e se desiderate, infarinati con farina di mais finissima.

Spolverizziamo, per rendere il tutto più sfizioso,  la superficie delle ciabatte con gli altri due cucchiai di mix omega.  Appoggiamo  gli accessori nel supporto, inseriamo nella macchina e via con il ditino sul tasto Menù. A cottura ultimata lasciamo raffreddare su di una griglia e buon appetito. Ho usato la farina in questione per capirne la resa con la mdp. Se consumate in giornata, sono davvero delle ottime ciabatte, croccanti e saporite. Il giorno seguente erano già un pò asciutte..ma niente paura..le ho tostate ( riprendono la morbidezza) e assaporate con delle ottime lenticchie…

SAM_7124

La vostra Monica 🙂

 

Torta rustica ad impasto molle di Tania R.

Buon sabato! Anche io ieri sera,  ho ceduto alla tentazione di preparare questa gustosa torta rustica. La ricetta è di Tania Senza glutine.  Ho preferito usare anche io la Bi-Aglut Sfornagusto, giusto per capire l’impasto, ma sono intenzionata a sperimentare con altre farine. Ho scelto una versione vegetariana, in modo da poterla offrire anche al mio fidanzato che non consuma carne. Eccola

SAM_7140

300 gr di farina Bi-aglut sfornagusto

16 gr di lievito di birra fresco

200 gr di latte tiepido

3 uova

80 gr di olio di semi di mais

metà cucchiaino raso di sale

per condire ho usato pomodorini datterini tagliati a cubetti

provola a cubetti ( o anche mozzarella)

abbondante basilico fresco ( che amo)

una spolverata di parmigiano

Ho sciolto il lievito nel latte appena tiepido. Ho sbattuto le uova con l’olio e il sale ( con il mixer ), ho aggiunto la farina e continuando a impastare, ho aggiunto il latte .

L’impasto, cosi come ci insegna la nostra amica Tania senza glutine deve essere molliccio.  In una teglia rotonda, ho steso su di un foglio di carta forno, metà dell’impasto. Mi sono aiutata con un cucchiaio bagnato in acqua. Ho poi condito.

SAM_7117

e ricoperto con altro impasto. Lasciamo lievitare per circa un’ora. Dipende molto dal clima, io ho infornato dopo 40 minuti di lievitazione. 🙂

SAM_7130

Ho lasciato cuocere in forno preriscaldato, per 40 minuti ( il mio forno è debole) a 180 °C.

SAM_7138Grazie a Tania.

La vostra Monica 🙂