Castagnole

Buonasera… e con le castagnole dichiaro ufficialmente chiusa la stagione della frittura ahahahahah;-)

A

Non ho mai mangiato le castagnole, quest’anno, quindi, vedendone molte in giro per il web ho deciso di provare. Ho scelto come ricetta di riferimento quella di Tania, ma ho usato una farina diversa che ha portato poi a ridurre i liquidi.

2 uova

2 cucchiai di zucchero

la buccia grattugiata di un limone intero

la punta di un cucchiaino di vaniglia in polvere

25 gr di burro fuso da aggiungere non caldo

1 cucchiaio di olio di girasole

300 gr di farina Revolution per pane

metà bustina di lievito per dolci (per me S.Martino)

135 gr di latte

 

olio di arachidi per la frittura

zucchero semolato quanto basta per sbrodolarci le castagnole dopo la cottura

In una ciotola versiamo le uova e i due cucchiai di zucchero semolato. Lasciamo che il mixer monti per qualche minuto, aggiungiamo gli aromi, vale a dire limone e vaniglia; il burro fuso non caldo, l’olio di girasole e lasciamo mixare ancora un po’. A questo punto, usando io una farina diversa rispetto a quella usata da Tania, ero convinta di dover usare un quantitativo di latte diverso rispetto a quello usato da lei. Ho, quindi, aggiunto, alternando, farina (setacciata) e latte, fino ad ottenere un composto non liquido, ma cremoso. Infine, sempre mescolando, aggiungiamo il lievito setacciato. Friggiamo in abbondante olio di arachidi, facendo cadere palline d’impasto della grandezza di una noce. Aiutatevi con due cucchiai. Dovranno dorare da entrambi i lati. Facciamo assorbire su carta assorbente e le ripassiamo nello zucchero semolato. Attenti  a non mangiare friggendo… sono pericolose… una tira l’altra. 😉

B

Son contenta di aver usato la revolution come farina portante, ero consapevole della sua capacità di assorbire poco olio. Grazie Tania! 😉

C

La vostra Monica 😉

Baby Filoncini :-)

Buonasera mie cari lettori. Perché qui oggi?

Vi propongo un’altra interessante ricetta con mix rustivo Revolution. Quali gli ingredienti? Eccoli: amido di frumento deglutinato, destrosio, fioretto di mais, farina di grano saraceno integrale, semi di girasole, semi di lino scuro, semi di lino dorato, semi di zucca, zucchero, fibre vegetali, stabilizzante: gomma di guar, emulsionante: idrossipropilmetilcellulosa.

SAM_0479

Per conoscere la farina ho preferito seguire la ricetta sul retro, apportando però delle modifiche. Come metodo di lievitazione, questa volta ho usato un poolish (vista l’urgenza di cibarmi…), con un tempo di riposo di sole 6 ore aumentando, di conseguenza e anche se di pochi grammi, il lievito nell’impasto.

Per il poolish, ho sciolto 9 gr di lievito di birra in 2oo gr di acqua. Uniamo a filo l’acqua a 100 gr di farina glutafin.

Otteniamo un composto senza grumi che lasceremo riposare (non l’ho messo in frigo).

Trascorse le 5 ore, prepariamo la ciotola del mixer; versiamo i 500 gr del mix rustico revolution. A filo, aggiungiamo il poolish e attiviamo il mixer a bassa velocità. A questo composto, aggiungiamo 25 gr di olio evo sempre mixando e a filo altri 120 gr di acqua. Possiamo,quindi, aggiungere, come ultimo ingrediente, il sale.. .10 gr; mescoliamo ancora un pò fino ad ottenere un composto che lasceremo lievitare tutta la notte in frigo, in una ciotola unta e coperta con pellicola trasparente.

Il mattino seguente, su di un piano infarinato, versiamo il composto. Preparimo prima uno stampo baguette. Ricopriamolo con carta forno bagnata e strizzata in modo da tenerla ferma.

Con l’aiuto di una spatola e un po’ di farina di spolvero, forniamo i nostri filoncini pirlando sul palmo delle nostre mani. Posizioniamoli distanti tra loro (ho ottenuto così sette filoncini). Lasciamo lievitare ancora fino al raddoppio e cuociamo a 200 °C nella parte bassa del forno posizionando lo stampo baguette sulla leccarda del forno al rovescio. Dieci minuti nella parte bassa e altri dieci/quindici minuti nella parte alta. Possono essere mangiati tranquillamente senza essere riscaldati. Hanno superato la prova del freezer e anche in quel caso non ho riscaldato prima di gustare.

SAM_0488

SAM_0481

La vostra Monica 😉

Torta salata con radicchio e ricotta

Buongiorno. Amo molto le torte salate, soprattutto se preparate per la cena.  Avevo in casa del radicchio rosso (due cespi), della ricotta (450 gr)  e del parmigiano… quale migliore occasione?!

Ecco gli ingredienti per la pasta brisè:

300 gr di farina (150 gr mix B e 150 gr di Revolution New Food mix pane-pizza)

150 gr di burro freddo

75 gr di acqua

2 cucchiaini di sale

Come prima cosa, ho preparato il radicchio. L’ho semplicemente lavato e lasciato appassire (per 20 minuti) in una padella con olio, aglio, sale (non troppo). Una volta freddo (vi consiglio di sminuzzarlo con delle forbici da cucina), ho aggiunto la ricotta, 4 cucchiai abbondanti di parmigiano, 1 uovo (facoltativo), un pizzico di pepe e ho amalgamato il tutto.

In una ciotola, ho versato le farine, il burro freddo e ho iniziato, con i palmi delle mani a sfarinare il burro fino a sbriciolarlo completamente. A questo punto ho aggiunto l’acqua (nella quale ho sciolto il sale) che può sembrar poca… ma non è cosi.

Ho impastato fino ad ottenere una composto liscio e omogeneo che ho lasciato riposare in frigo per un’oretta. Ho ripreso la mia Brisèe, reimpastato per tre minuti e steso, con un mattarello (tenendone da parte una pallina), una sfoglia non troppo sottile, foderando cosi uno stampo Pyrex di 27 cm di diametro, imburrato e infarinato.

SAM_7799

Ho versato il mio bel radicchio, livellando bene il composto. Con la pallina messa da parte, ho creato delle decorazioni.

SAM_7805

Ho lasciato cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per 35/40 minuti fino a doratura. Da assaporare tiepida.

SAM_7811

La vostra Monica 🙂

Focaccia con fiocchi di patate ( primo esperimento)

Anche io ho ceduto , per fortuna, al desiderio di assaggiare questa meravigliosa focaccia. L’ho scoperta grazie alle mie amiche glutenfree 🙂 e non potevo non assaggiarla. La ricetta è di Un cuore di farina senza glutine. Non ho usato le stesse farine..ma ho voluto provare la farina del gruppo Revolution new food- mix pane pizza.

500 gr di farina Revolution new-food mix pane pizza

1 bustina da 70 gr di fiocchi di patate consentiti ( ho usato selex con scritta senza glutine)

600 gr di acqua ( la mia focaccia è venuta leggermente umida)

20 gr di lievito di birra fresco

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di sale

20 gr di olio evo

per la copertura 1 cucchiaio di acqua, 2 di olio e 1 cucchiaino di sale

Non ho lavorato l’impasto nella macchina del pane, ma ho usato lo sbattitore con fruste da impasto.  Ho sciolto il lievito in metà acqua e aggiunto lo zucchero. Nel contenitore dello sbattitore ho versato la farina….l’acqua con il lievito, l’olio. Era la mia prima volta con i fiocchi..quindi li ho lasciati ravvivare nell’altra metà d’acqua  ( la prossima volta amalgamerò il contenuto della bustina alla farina) e poi versati nello sbattitore… e infine il sale. Ho lasciato impastare per 5/7 minuti. Ho versato il composto in una scodella più grande, unta..e ho lasciato lievitare per quasi due ore..
SAM_7509

Dopo la lievitazione…ho versato sulla leccarda del forno ( ricoperta di carta forno), senza rilavorare e con le mani bagnate ho steso l’impasto. Ho poi fatto i buchi con le dita  e cosparso con l’emulsione di olio , acqua e sale. Ho lasciato lievitare ancora per 20 minuti. In forno preriscaldato a  200 °C per 30 minuti ( forno lento e debole), prima nella parte bassa del forno e poi in quella alta . Buonissima. Grazie A Un ❤ di farina senza glutine.

SAM_7517

La vostra Monica 🙂