Chiacchiere (versione con mix pasta fresca) e sanguinaccio

Buonasera. Si avvicina il carnevale. Qui a Napoli…..si preparano chiacchiere e sanguinaccio!

C

Ricetta del Sanguinaccio :

Per il Sanguinaccio  (dosi per 2 persone)

200 gr di acqua

35 gr di cacao amaro ( per me S.Martino)

100 gr di zucchero semolato

30 gr di amido di mais consentito

Il sanguinaccio dovrà cuocere a bagnomaria fino ad addensarsi (il mio ha impiegato 30 minuti). In un pentolino versiamo prima le polveri setacciate (vale a dire il cacao, lo zucchero  e l’amido), misceliamo e a filo versiamo l’acqua. Lasciamo addensare a fuoco medio.

A cottura ultimata, lasciamo raffreddare. A freddo, aggiungiamo 3 cucchiai di gocce di cioccolato consentite; macedonia candita consentita e, se gradite, anche arancia candita consentita.

Per le chiacchiere quest’anno, ho optato per una ricetta tratta dal libro della grande pasticceria Napoletana….

Ecco la ricetta:

300 gr di farina nutrifree mix pasta fresca

100 gr di burro a temperatura ambiente

due uova di media grandezza

50 gr di zucchero semolato

un pizzico di sale

buccia grattugiata di un limone

meno della metà di vino bianco secco

La ricetta prevedeva metà bicchiere di vino bianco secco. Per questa ricetta, ne ho usato di meno; giusto la metà di quanto indicato e ho usato inoltre dello spumante.

In una ciotola, setacciamo la farina. Aggiungiamo lo zucchero, il burro, il sale e, con le mani, sgretoliamo il tutto. Aggiungiamo le uova… meglio se una per volta; per finire, il sale, il vino bianco (spumante) e il limone grattugiato. Lavoriamo bene l’impasto, trasferendolo su di un piano infarinato e quando avrete ottenuto un composto consistente, ma non troppo sodo, avremo concluso. Ho avvolto l’impasto nella pellicola trasparente, lasciato riposare in frigo per circa un’ora.

A

Trascorso il tempo necessario per il riposo, riprendiamo l’impasto. Tagliamolo a pezzi e con il mattarello stendiamo ogni pezzo in sfoglie molto sottili (2/3 mm). Questa farina ci permette di farlo, quindi… non temete. Ritagliamo delle strisce della grandezza desiderata e friggiamo in abbondante olio. Io ho usato olio di arachide con più alto punto di fumo tra quelli per me disponibili. Non perdetele di vista perchè cuociono velocemente, gonfiandosi.

Se riesco vi posto sulla pagina Facebook, un video di breve durata… vi farete anche due risate perchè in quella fase cruciale, con me, c’era Claus che seguiva tutto attentamente… attento soprattutto a che qualche chiacchiera passava dalla pentola alla sua bocca… 😀 .

B

 

D

La vostra Monica 😉

Annunci