Pizzette

Buonasera a tutti. Ho per voi tante ricette e piano piano le pubblicherò tutte. Per iniziare, vi propongo la ricetta di gustose pizzette. Avevo in dispensa il preparato per pizza Senzaltro e ho deciso quindi di usarlo.

Eccole… carine vero?!

1A

Vorrei sempre ricordarvi che le dosi d’acqua sono proporzionate alla tipologia di farina. Ogni farina assorbe liquidi in modo diverso; questo dipende dalla loro composizione.

500 gr di preparato per pizza Senzaltro

360 ml di acqua nella quale avremo sciolto 8 gr di lievito di birra fresco

un cucchiaino raso di sale

due cucchiai di olio evo

Nella ciotola del mixer, setacciamo la farina. A filo, versiamo l’acqua  (nella quale avremo sciolto il lievito) e attiviamo il mixer a media velocità. Aggiungiamo l’olio e per finire il sale. Lasciamo lavorare pochi minuti il mixer, versiamo poi tutto sulla spianatoia e con un po’ di farina di spolvero rendere l’impasto liscio e omogeneo. Ho, questa volta, steso l’impasto (su carta forno) con il mattarello, portandolo ad uno spessore di mezzo cm: aiutatevi con poca farina. Lasciate lievitare per circa 5 ore. Io mi sono organizzata impastando subito dopo pranzo per avere poi l’impasto lievitato per le 19 circa. L’impasto non lieviterà eccessivamente, ma lieviterà. Con un coppapasta tondo, oppure con un bicchiere o altro utensile tondo, rintagliate le pizzette.

2

Condite a piacere e lasciate cuocere sulla leccarda del forno ricoperta di carta forno per 20 minuti circa a 180°-200° prima nella parte bassa del forno e poi nella parte alta. Negli ultimi minuti potete aggiungere formaggio filante e… buona cena. Sono morbide e gustose.  😉

4

Annunci

Scugnizzielli Napoletani

Il Gluten Free (fri)Day è ormai diventato un piacevole appuntamento settimanale. Cliccate qui per capire di cosa sto parlando! 🙂

Se vi parlassi degli Scugnizielli Napoletani?  Li ho notati per la prima volta, in una storica pizzeria napoletana, dove accompagnata dal mio “ammore”, ho pranzato dopo un esame universitario. Rappresentano un antipasto tipico napoletano. A Napoli l’antipasto può essere pericoloso per chi non è abituato a mangiar tanto. Un antipasto può esser pari ad un intero pranzo. Ritornando a noi, gli scugnizielli non sono altro che strisce di pasta di pizza, fritte e servite calde con pomodorini a tocchetti, olio sale e basilico.

SAM_9059

SAM_9066

Come se non bastasse, gli scugnizielli, possono essere serviti anche come dolcino finale……in versione cioccolattosa e non vi dico la bontà.

SAM_9052

Cosparsi di nutella e una spruzzata di zucchero a velo

SAM_9050

Mai assaggiati fuori casa, ma i miei sono proprio buoni e semplici da preparare. Mi sono innamorata degli impasti a lunga lievitazione, pochissimo lievito e leggerezza assicurata. L’altro ieri sera, erano circa le 22 e 30, riordinando la dispensa notai tanti pacchetti di farine aperte e quasi finite e quindi ho usato tre farine diverse. Potete sostituirle tranquillamente; un consiglio è quello di usare farine che non assorbono molto olio. Associate ad una farina umida, una farina che tende a seccare in cottura.

Non ho usato mixer o planetaria, solo una ciotola di vetro e una forchetta.

Nella ciotola di vetro ho versato ( dosi per 2 focaccine e due porzioni di scugnizielli)

50 gr di Preparato  per pane Senzaltro

140 gr di Farina Bezgluten 

140 gr di FibrePan Farmo

metà cucchiaino raso di sale

In un dosatore ho versato 240 ml di acqua e sciolto  9 gr di lievito di birra. Ho miscelato le farine e a filo ho versato l’acqua sempre mescolando, evitando la formazione di grumi. Aggiungiamo il sale e mescoliamo ancora per 5 minuti. Ho ottenuto una crema che ho coperto con pellicola (bucherellata) e ho lasciato lievitare in frigo, tutta la notte, nella parte meno fredda. Il mattino seguente, alle 7 e 30 circa, ho messo fuori dal frigo la ciotola e lasciato che lievitasse ancora fino alle 11 e 30. Su di un piano di lavoro, cosparso di farina, ho versato l’impasto, ancora un pò di farina in superficie  e ho dato le pieghe. Con un pò di impasto ho preparato una focaccina condita con olio, sale e rosmarino (ho lasciato che cuocesse a 200°C nello sfornatutto per 10 minuti), con l’impasto rimanente, con l’aiuto della spatola e di altra farina, ho formato gli scugnizielli e fritti in abbondante olio caldo, rigirandoli fino a doratura. Lasciate assorbire l’olio in eccesso e condite a piacere.

P.s. con questo impasto potete preparare anche solo le focaccine, morbide il giorno seguente.

SAM_9044

SAM_9071

100GlutenFreeFriDay1

La vostra Monica 😉

Cupcakes al cioccolato dal cuore morbido

Buona domenica. Ecco a voi una ricetta golosa di qualche giorno fa.

SAM_8202

Ho usato 120 gr di preparato per dolci Senzaltro

100 gr di zucchero semolato

120 gr di burro a temperatura ambiente

2 uova

80 gr di cioccolato fondente consentito (sciolto a bagnomaria)

1 cucchiaino di lievito per dolci San Martino

20 gr di cacao amaro consentito

Come prima cosa, sciogliamo il nostro cioccolato fondente a bagnomaria e lasciamolo raffreddare.

Setacciamo le polveri. Nella ciotola dello sbattitore, montiamo il burro con lo zucchero; dopo pochi minuti, aggiungiamo le uova una alla volta. Montiamo altri due minuti e inseriamo, sempre montando, il cioccolato sciolto a bagnomaria e, infine, le polveri setacciate in cui avremo aggiunto il lievito. Ho posizionato l’impasto, con l’aiuto di una sac a poche, negli stampini per cup cake e ho lasciato cuocere a 170 ° C per 25 minuti circa. Una volta raffreddati, scaviamo un po’ i nostri cupcake; in quel buchino, inseriremo la nostra cioccolata.
SAM_8198

Per il nostro cuore morbido, ho preparato della cioccolata calda, che poi ho lasciato raffreddare, con preparato per cioccolata Chococioc Zero Fabbri, ovviamente con scritta senza glutine. Con una sola bustina, seguendo le indicazioni riportate sulla confezione, sono riuscita a riempire tutti i cupcakes.

SAM_8210

Per la copertura

Montiamo 200 ml di panna, con 3 cucchiai di latte condensato consentito (da inserire quando la panna sarà quasi montata), 100 gr di mascarpone e 1 cucchiaio di miele (ho usato miele millefiori del gruppo Andreini).

Nel buchino inseriamo la cioccolata raffreddata (ne basterà un cucchiaino per cupcake). E, infine, decoriamo con la nostra crema di panna e mascarpone, gocce di cioccolato e Mini topping caramello Fabbri.

SAM_8208

Ecco l’interno

IMG_2226La vostra Monica 🙂

 

Torta Tiramisù

Buona Domenica Amici. Ancora pioggia questa mattina e perché non migliorare il nostro umore con una bella fetta di Torta Tiramisù?

SAM_8291

Ecco come fare. Ho preparato un Pan di Spagna di 4 uova, 120 gr di zucchero semolato, 120 gr di farina Bi-aglut Sfornagusto, 1/2 bustina di lievito per dolci (io conad con scritta senza glutine). Ho seguito sempre lo stesso procedimento. Ho montato le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, al quale andremo ad aggiungere la farina e il lievito setacciati, mescolando sempre dal basso verso l’alto. Ho lasciato cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per 45 minuti… prova stecchino. Lasciamo raffreddare. Prepariamo, intanto, la crema:

500 gr di mascarpone

4 uova

100 gr di zucchero

4 cucchiai di marsala superiore secco

1 bustina di vanillina consentita o 1 cucchiaino di essenza di vaniglia

Separiamo i tuorli dagli albumi. Montiamo a neve ferma gli albumi e conserviamoli in frigo. Prendiamo i rossi e montiamoli con lo zucchero… anche questi dovranno diventare chiari e spumosi… e, a quel punto, aggiungere il mascarpone e montare altri 4 minuti. Aggiungiamo la vanillina e il marsala… mescoliamo e aggiungiamo, sempre mescolando dal basso verso l’alto, gli albumi. Ho ottenuto così un composto omogeneo e spumoso… molto buono e saporito.

Per la bagna:

1 tazza di acqua calda

2 cucchiai di caffè solubile consentito (ho usato nescafè classic con scritta senza glutine)

2 cucchiai di marsala

Sciogliamo il caffè nell’acqua calda, aggiungendo il marsala. Non ho aggiunto zucchero.

SAM_8273

Componiamo il nostro bel tiramisù. Usiamo lo stampo a cerniera nel quale abbiamo preparato il nostro pan di spagna. Possiamo rivestirlo con pellicola trasparente in modo da facilitare l’impiattamento. Ho diviso il pan di spagna in tre dischi. Ho bagnato leggermente i dischi e composto con la crema. Sull’ultimo disco, abbondiamo con la crema e una spolverata di cacao amaro consentito (io perugina con scritta senza glutine). Lasciamo riposare in frigo; sarebbe meglio preparare la torta tiramisù il giorno prima. Ho decorato con savoiardi del gruppo Senz’altro, ciuffetti di panna e chicchi di caffè di cioccolato (lo conte con scritta senza glutine).

SAM_8272

SAM_8285

La vostra Monica 🙂

Dita mozzate della strega cattiva

Buongiorno.

SAM_7990

Ho preparato questo dolcetto per i miei nipotini. Nicola, uno dei cinque, voleva usassi del sangue “vero”. Sono davvero semplici da preparare. Ho usato

270 gr di  Preparato per dolci (frolla)  Senzaltro

100 gr di zucchero semolato

170 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente

1 tuorlo

1 pizzico di sale

un pò di scorza di limone grattuggiata

In una ciotola versiamo la farina, lo zucchero e il burro e aiutandoci con il palmo delle mani sgretoliamo il burro, amalgamandolo bene alla farina e allo zucchero. Aggiungiamo un pizzico di sale, la scorza di limone e infine il tuorlo. Impastiamo fino ad ottenere un impasto omogeneo, che lasceremo riposare in frigo per mezz’ora. Non ho usato lievito ( e per fortuna) in cottura son lievitati tantissimo. E’ una farina che si lavora bene, e i biscotti, una volta cotti, sono molto friabili.SAM_7985

 Riprendiamo l’impasto e formiamo le dita. Sono semplici no? Usiamo delle mandorle per le unghie ( questa strega avrà delle unghie perfette, da fare invidia). Ho lasciato cuocere fino a doratura a 180°C ( 15/20 minuti circa)

SAM_7993

Con  della marmellata di amarene ho riprodotto il sangue della strega cattiva!

SAM_7991

La vostra Monica 🙂

Torta della nonna

Torta della nonna: cosi è chiamata una torta di mele che ho trovato su di un ricettario Venchi. Ho usato per questa preparazione, la farina per dolci  Senz’altro, davvero ottima.

SAM_7881

Avevo in casa delle mele annurche, la mia intenzione era quella di preparare una torta buonissima che contenesse anche gherigli di noce, ma il caso ha voluto che non sono riuscita a trovare la ricetta. Strano, l’ho conservata cosi bene, (proprio perchè temevo di perderla) da non riuscire più a trovarla. Ma ci riuscirò… ho già messo sotto sopra una libreria intera.

Ho, quindi, ripiegato su quest’altra ricetta. Se avete in casa mele golden ancora meglio, le annurche in questa preparazione restano un pò croccanti… nell’altra invece… profumate e morbidissime… vabbè.

3 mele medie

2 cucchiai di zucchero

il succo di un piccolo limone intero ( metà succo di limone nelle mele e metà nell’impasto)

60 gr di burro

150 gr di zucchero

2 uova

1/2 bustina di lievito in polvere (ho usato s.martino con scritta senza glutine)

200 gr di farina per dolci Senz’altro

1 tazzina di latte

2 cucchiai di zucchero a velo consentito per spolverizzare a cottura ultimata

SAM_7886

Laviamo e tagliamo le nostre mele a fettine. Spolverizziamo con i 2 cucchiai di zucchero (usate zucchero di canna se ne avete in casa) e il succo di metà limone, mescoliamo e lasciamo macerare. Montiamo a neve i due albumi e conserviamoli in frigo. Nel frattempo montiamo a crema il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero e, sempre sbattendo, aggiungiamo i tuorli, il succo e la scorza di mezzo limone. Aggiungiamo la farina per dolci Senz’altro, setacciata, il lievito in polvere e il latte. Infine incorporiamo delicatamente gli albumi montati a neve… In una tortiera apribile, ho versato il composto e ho affondato leggermente le mele.  Ho lasciato cuocere per 40 minuti in forno preriscaldato a 180 ° C.  Buona merenda.

SAM_78902

La vostra Monica 🙂