Pagnotta saporita al mais

Buon pomeriggio!

Niente paura, non avete sbagliato casa! La cucina di NiMo ha un nuovo abito, nuovo tema, nuovi colori. Tranquilli, le mie ricette non sono cambiate!

Amo il pane e quindi non potevo non ripresentarmi con un nuovo esperimento riuscito benissimo.

E’ in commercio da tempo, ma non ho mai avuto l’occasione di provare, la farina Caputo. Il sapore è molto deciso, così come l’odore già deducibile durante la lavorazione. La lunga lievitazione, che, a mio avviso, aiuta i nostri lievitati, tende a smorzare il sapore forte di cui parlavo prima.

Ecco gli ingredienti per preparare la pagnotta saporita:2

(sarò molto precisa nell’indicarvi gli orari di lavorazione per darvi la possibilità di organizzare il tutto e capire quindi le tempistiche)

Poolish ore 14:30 del primo giorno:

200 gr di acqua a temperatura ambiente

100 gr di Mix FioreGlut Molino Caputo

7 gr lievito di birra secco

In una ciotola, versiamo la farina e teniamola pronta. In un misuratore, versiamo l’acqua, il lievito e mescoliamo accuratamente. Di solito, sulle confezioni di lievito secco ci viene suggerito di inserire un cucchiaino di zucchero per attivare la lievitazione. Io ometto lo zucchero a dire il vero, forse perché (erroneamente?!) penso sia già presente in piccola quantità nei nostri preparati, quindi evito proprio.

Lavoriamo, quindi, la crema con l’aiuto di una forchetta, evitando la formazione di grumi. Coprire con pellicola trasparente e riporre in frigo fino alle ore 9:00 del secondo giorno.

Non ho l’impastatrice, ma ho sempre usato il mixer con fruste a spirale e lo stesso vale per questo pane. Il mattino seguente quindi, in una ciotola capiente, versare:

900 gr di farina rimanente

100 gr di fior di mais Molino Filippi

Alle farine aggiungiamo il poolish (lavorando a velocità sostenuta)

650 ml di acqua a filo

2 cucchiaini da caffè rasi di sale fino

due cucchiai di olio evo

Otterremo un composto morbido che ho versato su di un piano di lavoro cosparso  di altro fior di mais. E’ con questa farina, infatti, che mi sono aiutata e dato le pieghe (dalle foto si vede benissimo), tale da ottenere un panetto omogeneo che lasceremo lievitare per 4 ore, in una ciotola unta o ben infarinata. Quando la lievitazione sarà quasi avvenuta, accendiamo il forno, modalità ventilata, a 200°C . Versiamo il pane sulla leccarda del forno, bollente, ricoperta di carta forno. Lasciare  cuocere per 35/40 minuti.

Personalmente amo la crosta più croccante quindi l’ho tenuto 45 minuti in forno nella parte centrale.

Il pane, così ottenuto, l’ho affettato da freddo e congelato per mangiarlo poi nei momenti del bisogno ;-). Ottimo, ripassato nel tostapane, con un filo di olio evo. A presto con nuove ricette. La vostra Monica 😉

 

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑