Ciambelline per la colazione

Buon pomeriggio amici carissimi. E’ da un pò che non ci si legge, il caso ha voluto che fossi selezionata per un tirocinio formativo nella farmacia comunale del mio paese. Eh sì farmacia, avete capito bene! Ho una Laurea in Scienze della pubblica amministrazione, e in attesa di concorsi “giusti” ho subito accettato, anche perchè mi occuperò di marketing farmaceutico.

Sono trascorse solo tre settimane dall’inizio del mio tirocinio e sono ancora alle prese con l’organizzazione del mio tempo, anche perchè lavoro otto ore al giorno con il sabato e la domenica liberi, per fortuna. Comunque tornando a noi, si fa più forte la necessità di preparare panificati e dolci per l’intera settimana.

Mentre la mia zero-glu è in azione per una pagnotta calda e duratura, ho invece già sfornato questi tarallini ottimi per la colazione del mattino. Sono tarallini semplici negli ingredienti e davvero buoni. Ecco la ricetta:

 

SAM_9968

 Ingredienti per 13 ciambelline

500 gr di farina alimenta 2000 per pasta frolla

3 uova

200 gr di zucchero semolato (per me zefiro Eridania)

140 gr di burro a temperatura ambiente

una bustina di lievito in polvere  (per me San Martino)

la punta di un cucchiaino di vaniglia

buccia grattugiata di un limone intero

Accendiamo il forno a 180° C. Setacciamo la farina con il lievito, disponiamola a fontana in una ciotola e, al centro, mettiamo il burro morbido e incorporiamolo alla farina sgretolandolo completamente, aggiungiamo gli aromi (limone e vaniglia), impastiamo il tutto velocemente e, qualora dovessimo averne bisogno, aggiungiamo 1/2 cucchiai di latte fino ad  ottenere un composto abbastanza morbido. Dall’impasto formare tanti cordonicini spessi un centimetro e lunghi circa 20 cm, chiuderle alle estremità e lasciare cuocere sulla leccarda del forno foderata con carta forno per 30 minuti circa, fino  a doratura. La ricetta originale prevede che queste ciambelline vengano glassate con una finitura preparata con zucchero a velo e albume d’uovo, ma io ho preferito spennellarle con un pò di latte e una spolverata di zucchero di canna.

SAM_9971

 

SAM_9963

La vostra Monica 😉 <3<3

Annunci

Biscottini alle mandorle

Buon lunedì.  Vi ritrovate delle mandorle (non pelate) in casa? Ieri mattina non avevo molta voglia di dosare; la ricetta che vi posterò non sarà quindi molto precisa, ma vi posso assicurare che il risultato sarà delizioso.

SAM_8581

Pochi ingredienti e nemmeno un cucchiaio di farina:

250 gr  di mandorle crude non pelate

100 gr di zucchero a velo consentito

1 albume circa

3 cucchiai colmi di farina di mandorle Lo conte (l’avevo in dispensa, avendo preparato il marzapane per la cassata)

In un mixer, frullate le mandorle (mettetene da parte una decina) con lo zucchero a velo, per circa tre minuti. Aggiungete la farina di mandorle e l’albume leggermente sbattuto poco alla volta. Mixiamo ancora un pò; il risultato dovrà essere un composto facilmente lavorabile, leggermente appiccicoso. Foderiamo una teglia media con carta forno; formiamo con le mani delle palline grandi quanto una noce, o, se preferite, ancora più piccole (tanto gonfieranno leggermente). Su ogni pallina mettiamo la nostra mandorla, schiacciando leggermente. Ho lasciato cuocere nel mio piccolo sfornatutto per circa 15 minuti a 170/180°C. Dovranno dorare leggermente. Sono squisiti. Se preferite, potete aggiungere all’impasto qualche goccia di aroma mandorla o qualche goccia di liquore.

SAM_8584

La vostra Monica 🙂

Biscotti all’amarena (versione 2)

Buon pomeriggio. Una seconda versione dei biscotti all’amarena.

Ecco il link della prima versione https://lacucinadinimo.wordpress.com/2013/04/04/biscotti-allamarena/

Per questa versione ho usato il preparato per dolci Glutabye Italia per preparare la pasta frolla esterna. Ho diminuito lo zucchero perchè il preparato già ne contiene. Ecco quindi le dosi:

400 gr di preparato per dolci Glutabye Italia

2 tuorli

1 uovo intero

180 gr di burro

100 gr di zucchero

2 cucchiaini di lievito per dolci consentito (io conad con scritta senza glutine)

In una capiente ciotola versiamo la nostra farina, lo zucchero e il burro ammorbidito a temperatura ambiente. Sbricioliamo il burro, sfregando tra loro i palmi delle nostre mani. Aggiungiamo le uova a temperatura ambiente e infine i due cucchiaini di lievito. Impastiamo….impastiamo ancora un pò e lasciamo riposare in frigo per circa trenta minuti.

Per il ripieno ho preparato di proposito del pan di spagna di 3 uova con mix c Schar ( a mio parere questo mix non va proprio bene per i biscotti, si sbriciolano facilmente e non restano compatti) seguendo la ricetta di Tania senza glutine. Risultato davvero soddisfacente.

 SAM_8106

Ripieno

300 gr di pds

3 cucchiai di marmellata di amarene consentita

3 cucchiai di cacao amaro consentito

100 gr di mandorle pelate da tritare finemente

3 cucchiai abbondanti di amarene Fabbri ( nel cucchiaio ci sarà anche il succo di amarene…usatelo)

1 bustina di vanillina consentita (io conad)

per la glassa

1 albume e 100 gr di zucchero a velo

Nel frattempo prepariamo il nostro ripieno, con il pan di spagna sbriciolato, e tante altre cose buone. In un mixer tritiamo molto finemente le mandorle, aggiungiamo a queste il cacao, il pan di spagna sbriciolato grossolanamente, la marmellata e le amarene. Mixiamo tutto fino ad ottenere un composto cremoso. Anche questa volta vi propongo un video per la composizione dei biscotti. Spero vi piaccia.

https://www.youtube.com/watch?v=uSyY9VES4CQ

Prepariamo la nostra meringa con  l’albume e lo zucchero a velo, posizioniamone un po’ su ogni singolo biscotto e cuociamo in forno preriscaldato a 180 °C per circa 20 minuti, controllandoli di tanto in tanto, fino a doratura.

SAM_8119

SAM_8132

La vostra Monica

Dita mozzate della strega cattiva

Buongiorno.

SAM_7990

Ho preparato questo dolcetto per i miei nipotini. Nicola, uno dei cinque, voleva usassi del sangue “vero”. Sono davvero semplici da preparare. Ho usato

270 gr di  Preparato per dolci (frolla)  Senzaltro

100 gr di zucchero semolato

170 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente

1 tuorlo

1 pizzico di sale

un pò di scorza di limone grattuggiata

In una ciotola versiamo la farina, lo zucchero e il burro e aiutandoci con il palmo delle mani sgretoliamo il burro, amalgamandolo bene alla farina e allo zucchero. Aggiungiamo un pizzico di sale, la scorza di limone e infine il tuorlo. Impastiamo fino ad ottenere un impasto omogeneo, che lasceremo riposare in frigo per mezz’ora. Non ho usato lievito ( e per fortuna) in cottura son lievitati tantissimo. E’ una farina che si lavora bene, e i biscotti, una volta cotti, sono molto friabili.SAM_7985

 Riprendiamo l’impasto e formiamo le dita. Sono semplici no? Usiamo delle mandorle per le unghie ( questa strega avrà delle unghie perfette, da fare invidia). Ho lasciato cuocere fino a doratura a 180°C ( 15/20 minuti circa)

SAM_7993

Con  della marmellata di amarene ho riprodotto il sangue della strega cattiva!

SAM_7991

La vostra Monica 🙂

Biscotti rustici con gocce di cioccolato e cocco

Buongiorno. Ieri pomeriggio il mio palato desiderava dei biscotti sfiziosi.

Avevo dell’ottima farina di riso del gruppo Farabella , volevo usare solo quella. Ho quindi chiesto alla mia amica Lorena di inviarmi una ricetta che aveva proposto giorni fa, ma non è riuscita a trovarla. Sono partita, quindi, da una ricetta di Ilenia con solo farina di riso e ho modificato il tutto secondo i miei gusti.

SAM_7082

Ecco gli ingredienti:

400 gr di farina di riso finissima Farabella

120 gr di farina di cocco  consentita (consiglio: il cocco rende l’impasto molto più friabile. Se volete prepararli per dei bimbi non mettete il cocco…i piccoli pezzetti potrebbero creare fastidi)

220 gr di burro

50 gr di zucchero semolato

70 gr di zucchero di canna (se non avete in casa zucchero di canna, usate lo zucchero semolato)

100 gr di gocce di cioccolato consentite (mettete in freezer prima di iniziare a preparare i biscotti)

5 cucchiai di latte di mandorla Fabbri (anche questo ingrediente potete sostituirlo con latte o  acqua)

2 uova intere

Burro a temperatura ambiente. In una ciotola versiamo la farina di riso, la farina di cocco, il burro e sgretoliamolo con le mani, amalgamandolo alle farine, aggiungiamo poi lo zucchero, le uova e impastiamo. Il latte di mandorla non era previsto, ma l’impasto, dopo aver aggiunto le uova, era ancora molto secco, ho pensato quindi di inserire poco latte alla volta. Solo a impasto ultimato ho inserito le gocce di cioccolato. Siate veloci, perché visto il caldo inizieranno a sciogliersi a contatto con le nostre mani (ecco perché vi ho consigliato di metterle in freezer, avrete qualche minuto in più prima che inizino a sciogliersi). Lasciamo riposare l’impasto un’ora in frigo.

SAM_7062

Accendiamo il forno a 200 ° C. Sempre perché fa caldo 🙂 ho diviso l’impasto in 4, lavorandone un pezzo alla volta (e conservando gli altri in frigo). Ho formato un salame e tagliato da questo dei biscotti.

SAM_7073

Sulla placca del forno, foderata di carta forno, ho lasciato cuocere per 20 minuti fino a doratura.

SAM_7066

Il vostro forno potrebbe essere più potente del mio, quindi fate attenzione, hanno bisogno di poco tempo per cuocere.

SAM_7079

La vostra Monica 🙂

Madeleine

Buon pomeriggio, non solo biscotti, ma anche madeleine ho preparato quest’oggi. Ho ricevuto in regalo questo stampo in silicone della Pyrex e non potevo non provarlo.SAM_6423

Ho un particolare ricordo legato a questa sorta di brioche. Quando ancora la mia vita era glutinosa, avevo circa 12 anni, amavo andare con mia madre nei grandi supermercati per animare la dispensa. Ero una bambina buona, molto timida e silenziosa, e devo ammetterlo, non ho mai avanzato pretese assurde. L’unica cosa che le mie manine decidevano di prendere, arrivata nel reparto biscotti, erano appunto le madeleine, che io chiamavo cupoline. Ed oggi,  alla splendida età di 29 anni, aver deciso di prepararle, mi ha reso felice.

SAM_6436

Ecco le mie “cupoline” con farine naturalmente prive di glutine!

Ecco gli ingredienti per circa 20 madeleine.

175 gr di burro

150 gr di zucchero

100 gr di farina di riso Farabella

100 gr di amido di mais*

buccia di limone grattugiata

3 uova

2 gr di sale

10 gr di lievito per dolci*

10 gr di miele ( io ho usato il millefiori)

Ho sciolto il burro a bagnomaria. In una ciotola ho versato le due farine (setacciate) con lo zucchero, il sale, non dimentichiamoci della scorza grattugiata.

Alle farine, aggiungiamo il burro , il miele , le uova e amalgamiamo tutto. Il mio stampo, di soli dieci madeleine, non sarebbe riuscito a contenere tutto l’impasto. Cosa ho fatto quindi? Visto che avevo un solo stampo, ho diviso l’impasto in due parti uguali. Una parte, l’ho riposta in frigo, nell’altra ho aggiunto 5 gr di lievito, ho mescolato bene e diviso l’ impasto nello stampo. Posizionato, nella parte media del forno, ho lasciato cuocere, per 15 minuti circa (dovranno dorare) a 200°C. Quando saranno pronte, con calma sformatele, non spegnete il forno, riprendete l’impasto conservato in frigo, aggiungete gli altri 5 gr di lievito, rimescolate e riposizionate nello stampo. 🙂 Ovviamente se avete due stampi il tutto si risolve 🙂

SAM_6426

* Controlliamo il nostro prontuario, e acquistiamo solo ingredienti indicati, o con scritta “senza glutine”

SAM_6432

La vostra Monica 🙂

Biscotti all’amarena (versione 1)

Cari amici, siete tutti a dieta? Io non sono a dieta, ma seguo comunque una dieta molto equilibrata.

In tanti anni di intolleranza ho preparato solo due volte questi biscotti, e resto ogni volta colpita dal loro sapore inconfondibile. Passeggiando per le strade di Napoli, nelle vetrine di ogni rosticceria-pasticceria, non puoi non notare questi mega biscottoni all’amarena. Ovviamente, non ho mai assaggiato la versione glutinosa, ma poco importa, ho il mio “assaggiatore personale” che mi descrive i gusti in modo da aiutarmi a riprodurli. Ho questa volta usato una nuova farina, mi piace sperimentare e il risultato è stato ottimo.

Per la pasta frolla esterna:

400 gr di farina Farabella

3 tuorli

1 uovo intero

180 gr di burro

180 gr di zucchero

2 cucchiaini di lievito per dolci*

Per il ripieno:

300 gr di avanzi di pan di spagna sg

250 gr di marmellata di amarene *

3 cucchiai rasi di cacao amaro *

2 cucchiai di nocciole tritate finemente

un tappo di liquore Strega

Per la glassa:

1 albume

100 gr di zucchero a velo*

Prepariamo la pasta frolla.

In una capiente scodella versiamo la nostra farina, lo zucchero e il burro ammorbidito a temperatura ambiente. Sbricioliamo il burro, sfregando tra loro i palmi delle nostre mani. Aggiungiamo le uova a temperatura ambiente e infine i due cucchiaini di lievito. Impastiamo….impastiamo ancora un pò e lasciamo riposare in frigo per circa trenta minuti.

Nel frattempo prepariamo il nostro ripieno, con avanzi di pan di spagna sbriciolato, e tante altre cose buone. In un mixer tritiamo molto finemente le nocciole (o se preferite le mandorle, dal sapore più leggero, qualora non dovessero piacervi le nocciole). In una ciotola versiamo le nocciole ( teniamone da parte un po’) e aggiungiamo a queste il cacao, il liquore, il pan di spagna sbriciolato e la marmellata.SAM_6236

Amalgamiamo il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Ed eccoci arrivati alla formazione dei biscotti. Stendiamo la pasta ( forma rettangolare) con spessore di mezzo cm. Posizioniamo il ripieno su lato lungo del rettangolo e ripieghiamo  a portafoglio. Schiacciamoli un po’, dovranno contenere la glassa, tagliamo i biscotti ponendoli su di una placca da forno, con la legatura sotto.

SAM_6239

Ecco la glassa e la granella di nocciole

Prepariamo la nostra meringa con  l’albume e lo zucchero a velo, posizioniamone un po’ su ogni singolo biscotto , un pò di granella di nocciole ( messa da parte in precedenza) e cuociamo in forno preriscaldato a 180 °C per circa 20 minuti, controllandoli di tanto in tanto, fino a doratura.

Ed eccoli!

SAM_6243

* Amici? Non mi stancherò mai di scriverlo, consultiamo il prontuario Aic oppure usiamo prodotti con la scritta “senza glutine”, a noi celiaci tanto cara.

SAM_6250

La vostra Monica 🙂

Biscotti ai fiocchi di riso, mais e mandorle

Oggi prepariamo dei biscotti. 
Ho sempre provato curiosità verso quei biscotti croccanti, ricoperti di fiocchi di mais, i famosi corn flakes.  Avevo bisogno di una ricetta che mi permettesse di terminare dei cornflakes che avevo in dispensa ……ebbene, oggi ho deciso di prepararli, ma a modo mio, ecco gli ingredienti.
150 gr di farina sg ( 100 gr farina biaglut e 50 gr di  farina di riso*)
60 gr di burro *
1 uovo intero
1 tuorlo
100 gr di zucchero
1 pizzichino di lievito in polvere*
1 pizzico di bicarbonato di sodio
Fiocchi di riso e mais*  quanti ne bastano per ricoprire i biscotti ( io ho usato quelli della nutrifree)
100 gr di mandorle pelate
Iniziamo con il frullare le mandorle con lo zucchero fino a ridurle in polvere. Setacciamo, in una scodella, le farine con il lievito e il bicarbonato. Sciogliamo il burro a fuoco dolcissimo, mi raccomando senza mai farlo friggere….lasciarlo intiepidire. Rompiamo l’uovo intero in una ciotola, uniamo il tuorlo e il composto di mandorle e zucchero, montiamo il tutto con una frusta elettrica per circa 5 minuti, dobbiamo ottenere una crema gonfia e chiara… aggiungiamo la farina poco per volta, amalgamando con un cucchiaio di legno. A questo punto incorporiamo il burro poco alla vota continuando a mescolare. Il risultato? Un impasto morbido ma consistente, se troppo morbido aggiungiamo altra farina. Trasferiamo l’impasto su di un tavolo da lavoro e lavoriamolo per un paio di minuti formando una palla che lasceremo riposare in frigo per 15 minuti.
Scaldiamo il forno a 200°C. Foderiamo con carta forno bagnata e strizzata la placca del forno . In un piatto versiamo i nostri corn flakes. Riprendiamo il nostro impasto e formiamo delle pallottoline grandi quanto una nocciola con le mani leggermente inumidite. Divertiamoci a rotolare le palline nei fiocchi di riso e mais esercitando una leggera pressione e lasciamo cuocere in forno per 20 minuti circa…. Questi biscotti sono ottimi a colazione, inzuppati nel latte caldo. Conserviamoli in una scatola di latta anche per una settimana, ma credo finiranno prima….

 * Amici celiaci controllate sempre sul vostro prontuario i marchi consentiti, oppure usate prodotti con la scritta “senza glutine”.


La cucina di NiMo

La cucina di NiMo