Panettone classico

Ci sono riuscita! Appena sfornato e…… già pensavo alla prova successiva. C’è sempre da migliorare; piccole modifiche quantitative e nuovi gusti da sperimentare, ma si parte sempre dal tradizionale panettone con uvetta e canditi. Settimane fa, una cara amica mi ha regalato dello xantano e un buonissimo aroma panettone da lei preparato seguendo la ricetta di un noto chef. Ci siamo incontrate a Benevento, per la prima volta… ed è stato subito intesa. Mi ha donato, inoltre, la ricetta di un panettone creata dal Pastry Chef Favorito, tratta dal libro “Il bello del senza glutine”. Sono partita da quella ricetta e l’ho fatta mia. Ho usato farina per dolci lievitati  Molino Dallagiovanna.

Primo impasto

250 gr di farina per dolci lievitati Molino Dallagiovanna

125 gr di uova ( 2 uova )

50 gr di zucchero

3 gr di lievito di birra fresco

100 gr di latte

1 tuorlo

50 gr di burro morbido morbido

Nella ciotola dello sbattitore con fruste da impasto (quelle a spirale) ho inserito la farina, lo zucchero, le uova e ho attivato il tutto. Ho sciolto il lievito nel latte tiepido, appena riscaldato, e aggiunto alle farine. Ho lasciato impastare per 5 minuti e, infine, ho aggiunto il burro ammorbidito a pezzetti. Dobbiamo ottenere un composto omogeneo e cremoso che ho lasciato lievitare nella stessa ciotola, coperta con un pile, per 10 ore. Ho impastato alle 23 circa e reimpastato il mattino seguente.

Secondo impasto

Nella stessa ciotola (nella quale avremo il preimpasto) e con le stesse fruste, inseriamo:

125 gr di farina per dolci lievitati Molino Dallagiovanna

50 gr di zucchero

3 gr di lievito di birra fresco, sciolti in 25 gr di latte

1 uovo intero

1 tuorlo

75 gr di burro morbidissimo (anche in questo caso da aggiungere alla fine)

40 gr di uvetta che ho lasciato ravvivare dalla notte precedente nel marsala

2 cucchiai colmi di arancia candita consentita

1 cucchiaino di aroma panettone donatomi da Leonarda ❤

Aroma panettone: ricetta del Pastry Chef Favorito tratta dal libro “Il bello del senza glutine”.

50 gr di acqua

50 gr di zucchero semolato

3 gr di sale

50 gr di miele di acacia

50 gr di sciroppo di glucosio (consentito)

200 gr di arancia candita (consentita) tagliata a cubetti

100 gr di cedro candito (consentito)

10 gr di scorza di limone grattuggiato

2 gr di vaniglia (baccello essiccato e polverizzato)

In una casseruola, scaldare l’acqua con il sale e lo zucchero ottenendo cosi uno sciroppo. Quando lo zucchero sarà sciolto, uniamo il miele e lo sciroppo di glucosio e, infine, tutti gli altri ingredienti. Con l’aiuto di un mixer ridurre in purea tutto. Lasciamo raffreddare e conservare la purea ottenuta in frigo in un contenitore ermetico (si conserva per 10/15 giorni).

Torniamo a noi. Ho versato tutto nello stampo panettone (da 750 gr) e ho lasciato lievitare altre 6 ore circa, al calduccio del camino e coperto con pile. Ci vorrà un pò, perchè ho usato solo 6 gr di lievito di birra. Ho infornato (forno preriscaldato a 170 ° C) quando mancavano 3,5 cm dal bordo dello stampo, per 50 minuti circa (controllate: ogni forno è a sè).

SAM_8339

Prima di infornare ho messo su qualche fiocchetto di burro, cosi come ha suggerito la mia amica Leonarda. Ho tagliato inoltre, con delle forbici, i bordi dello stampo panettone di 1, 5 cm

Ho posizionato il panettone in uno stampo pizza per poterlo maneggiare più facilmente e per evitare che bruciasse troppo sul fondo. Inoltre, ho lasciato che cuocesse nella parte bassa del forno, con un tegame contenente acqua, in modo da mantenere un certo grado di umidità. Appena pronto, l’ho infilzato con dei ferri da maglia e messo a testa in giù a raffreddare in una pentola.

Non mangiavo il panettone da quando, circa 17 anni fa, mi fu diagnosticata la celiachia. Ma l’altra sera… mi sono commossa. Ricordo il sapore del panettone glutinoso e finalmente sono riuscita a riprodurlo.  Grazie al Pastry Chef, grazie a Leonarda e grazie anche alla miscela per dolci lievitati Molino Dallagiovanna; tutti questi elementi combinati tra loro mi hanno permesso di ritornare bambina!

SAM_8342

SAM_8351

Per qualsiasi chiarimento, non esitate …chiedete pure.

La vostra Monica 🙂

Annunci

Pane per bruschette e pizza alta con Lievito madre

Buon pomeriggio. Qualche giorno fa, ho rinfrescato parte del mio lievito madre…e con i restanti 350 gr e tante ore di lievitazione ho preparato una pizza alta e una pagnottella ideale per preparare delle bruschette.

500 gr di farina Fibrepan Farmo + 2 cucchiai per il piano di lavoro

350 gr di lievito madre

350 ml di acqua tiepida

1 cucchiaio di miele ( ho usato miele millefiori del gruppo Andreini)

3 cucchiai di olio

2 cucchiaini rasi di sale

Ho versato la farina nella ciotola dello sbattitore con frusta da impasto e versato a filo l’acqua (nella quale ho sciolto il lm, con il miele). Lasciamo impastare e nel frattempo aggiungiamo l’olio e infine il sale. Ho fatto lavorare lo sbattitore per circa 5 minuti. Ho ottenuto un composto appiccicoso..che ho trasferito su di un piano di lavoro e con l’aiuto di  altra farina ho ottenuto questo.

SAM_8260

Il lievito madre ha bisogno di molte ore di lievitazione (dalle 3… alle 6 ore). Visto che avevo tempo ho lasciato che lievitasse circa 9 ore….. Una pagnottella l’ho cosparsa di farina e lasciata lievitare in una ciotola di legno coperta.

SAM_8264

L’altra invece, è diventata una pizza, che ho lasciato lievitare direttamente in teglia (unta).

SAM_8265

L’ho condita con pomodoro, olio, sale. A dieci minuti dalla fine ho aggiunto, pecorino grattugiato e pezzetti di salame (consentito). Ecco la foto.

20131123_204155

Alta e soffice

Ero a cena dal mio ragazzo e ho usato il suo forno… 200 °C per 1 ora..sia la pizza che la pagnottella….cambiando posizione ogni tanto. Il vostro forno potrebbe essere più  (o meno)  potente, quindi controllate di tanto in tanto…

SAM_8320

Prima di infornare la pagnottella ho, con un coltello, inciso la superficie 🙂

SAM_8312

Interno compatto, morbido e profumato

SAM_8328

Ho tagliato delle fettine sottili. Passate nel fornetto pochi minuti per “bruschettarle” e condite con pomodorini..olio..sale e origano….

La vostra Monica 🙂

Torta Tiramisù

Buona Domenica Amici. Ancora pioggia questa mattina e perché non migliorare il nostro umore con una bella fetta di Torta Tiramisù?

SAM_8291

Ecco come fare. Ho preparato un Pan di Spagna di 4 uova, 120 gr di zucchero semolato, 120 gr di farina Bi-aglut Sfornagusto, 1/2 bustina di lievito per dolci (io conad con scritta senza glutine). Ho seguito sempre lo stesso procedimento. Ho montato le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, al quale andremo ad aggiungere la farina e il lievito setacciati, mescolando sempre dal basso verso l’alto. Ho lasciato cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per 45 minuti… prova stecchino. Lasciamo raffreddare. Prepariamo, intanto, la crema:

500 gr di mascarpone

4 uova

100 gr di zucchero

4 cucchiai di marsala superiore secco

1 bustina di vanillina consentita o 1 cucchiaino di essenza di vaniglia

Separiamo i tuorli dagli albumi. Montiamo a neve ferma gli albumi e conserviamoli in frigo. Prendiamo i rossi e montiamoli con lo zucchero… anche questi dovranno diventare chiari e spumosi… e, a quel punto, aggiungere il mascarpone e montare altri 4 minuti. Aggiungiamo la vanillina e il marsala… mescoliamo e aggiungiamo, sempre mescolando dal basso verso l’alto, gli albumi. Ho ottenuto così un composto omogeneo e spumoso… molto buono e saporito.

Per la bagna:

1 tazza di acqua calda

2 cucchiai di caffè solubile consentito (ho usato nescafè classic con scritta senza glutine)

2 cucchiai di marsala

Sciogliamo il caffè nell’acqua calda, aggiungendo il marsala. Non ho aggiunto zucchero.

SAM_8273

Componiamo il nostro bel tiramisù. Usiamo lo stampo a cerniera nel quale abbiamo preparato il nostro pan di spagna. Possiamo rivestirlo con pellicola trasparente in modo da facilitare l’impiattamento. Ho diviso il pan di spagna in tre dischi. Ho bagnato leggermente i dischi e composto con la crema. Sull’ultimo disco, abbondiamo con la crema e una spolverata di cacao amaro consentito (io perugina con scritta senza glutine). Lasciamo riposare in frigo; sarebbe meglio preparare la torta tiramisù il giorno prima. Ho decorato con savoiardi del gruppo Senz’altro, ciuffetti di panna e chicchi di caffè di cioccolato (lo conte con scritta senza glutine).

SAM_8272

SAM_8285

La vostra Monica 🙂

Biscotti all’amarena (versione 2)

Buon pomeriggio. Una seconda versione dei biscotti all’amarena.

Ecco il link della prima versione https://lacucinadinimo.wordpress.com/2013/04/04/biscotti-allamarena/

Per questa versione ho usato il preparato per dolci Glutabye Italia per preparare la pasta frolla esterna. Ho diminuito lo zucchero perchè il preparato già ne contiene. Ecco quindi le dosi:

400 gr di preparato per dolci Glutabye Italia

2 tuorli

1 uovo intero

180 gr di burro

100 gr di zucchero

2 cucchiaini di lievito per dolci consentito (io conad con scritta senza glutine)

In una capiente ciotola versiamo la nostra farina, lo zucchero e il burro ammorbidito a temperatura ambiente. Sbricioliamo il burro, sfregando tra loro i palmi delle nostre mani. Aggiungiamo le uova a temperatura ambiente e infine i due cucchiaini di lievito. Impastiamo….impastiamo ancora un pò e lasciamo riposare in frigo per circa trenta minuti.

Per il ripieno ho preparato di proposito del pan di spagna di 3 uova con mix c Schar ( a mio parere questo mix non va proprio bene per i biscotti, si sbriciolano facilmente e non restano compatti) seguendo la ricetta di Tania senza glutine. Risultato davvero soddisfacente.

 SAM_8106

Ripieno

300 gr di pds

3 cucchiai di marmellata di amarene consentita

3 cucchiai di cacao amaro consentito

100 gr di mandorle pelate da tritare finemente

3 cucchiai abbondanti di amarene Fabbri ( nel cucchiaio ci sarà anche il succo di amarene…usatelo)

1 bustina di vanillina consentita (io conad)

per la glassa

1 albume e 100 gr di zucchero a velo

Nel frattempo prepariamo il nostro ripieno, con il pan di spagna sbriciolato, e tante altre cose buone. In un mixer tritiamo molto finemente le mandorle, aggiungiamo a queste il cacao, il pan di spagna sbriciolato grossolanamente, la marmellata e le amarene. Mixiamo tutto fino ad ottenere un composto cremoso. Anche questa volta vi propongo un video per la composizione dei biscotti. Spero vi piaccia.

https://www.youtube.com/watch?v=uSyY9VES4CQ

Prepariamo la nostra meringa con  l’albume e lo zucchero a velo, posizioniamone un po’ su ogni singolo biscotto e cuociamo in forno preriscaldato a 180 °C per circa 20 minuti, controllandoli di tanto in tanto, fino a doratura.

SAM_8119

SAM_8132

La vostra Monica

Gnocchi

Buongiorno. Un bel temporale mi ha svegliato questa mattina e una temperatura più fresca finalmente accompagnerà le nostre giornate. Sabato scorso, per pranzo, ho preparato degli gnocchi di patate. Mi son divertita inoltre, a filmare la lavorazione. Devo migliorare molte cose, ma come primo video credo possa andar bene.

Ecco gli ingredienti per 2 porzioni

240 gr di patate bollite e schiacciate

1/2 cucchiaino raso di sale

un pizzico di noce moscata

1 uovo

circa 170 gr di farina Bi-Aglut ( confezione da 1kg, le vostre patate potrebbero assorbire più o meno farina )

In una ciotola ho schiacciato le patate bollite tiepide, ho aggiunto il sale, la noce moscata, la farina e al centro l’uovo intero…ho lavorato velocemente fino ad ottenere un composto compatto ma morbido.

SAM_8078

Guardate il video per la lavorazione.

musica Max Gazze/ Sotto casa

SAM_8083

Per la cottura basterà versarli in abbondante acqua salata (quando avrà raggiunto l’ebollizione), e scolarli quando saliranno a galla. Possiamo preparare il condimento che più ci piace..anche semplicemente con burro e salvia.

SAM_8092

La vostra Monica 🙂

Lievito madre

Buon pomeriggio. Il mio Lievito madre….qualche giorno fa è nato.

1374537_10201493187145540_174282669_n

Ho seguito la ricetta di Un cuore di farina senza glutine  (cliccando sul link troverete ben descritto tutto il procedimento da seguire)

Ho usato farine del gruppo Farabella, farina di riso e farina di mais. 

Sono molto sottili, quindi ottime per il lievito madre.

Ho preparato una bella pagnotta di pane ( sempre seguendo alla lettera la ricetta di Un cuore di farina senza glutine)

20131013_183953

20131013_184042 (1)

Ecco l’interno

e poi, con 200 gr di  lievito madre non rinfrescato, 370 gr circa di farina Farmo Fibrepan , metà cucchiaino di sale, 1 cucchiaio di olio, e acqua quanto basta per  ottenere un  impasto omogeneo e morbido…ho preparato delle pizzette (che ho lasciato lievitare per sei ore- 3 ore il panetto intero e altre 3 ore dopo aver formato le pizzette).  Fornetto preriscaldato a 180°C per 5 minuti

SAM_7958

SAM_7968

Pizzetta con crema di nocciole

SAM_7972

Pizzetta margherita

La vostra Monica 🙂