Pagnotta bianca alle tre farine con sesamo

SAM_6817

Buongiorno. Oggi vi presento la pagnotta bianca con sesamo. Ho miscelato tre diverse farine: la Farabella per pane- pizza, la FibrePan Farmo, e la Nutrifree mix per pane.

550 gr di acqua

12 gr di lievito fresco

50 gr di olio evo

200 gr di Farina Nutrifree , Mix per pane

150 gr di Farina Farmo FibrePan

150 gr di Farina per pane- pizza Farabella 

12 gr di sale

Semi di sesamo consentiti, da versare sulla pagnotta, non appena ha inizio la cottura.

Ho sciolto il lievito nell’acqua e poi versato il tutto nello stampo pagnotta. Sul sito http://zeroglu.imetec.com/video-guida/,  lo chef Marco Scaglione, propone varie ricette con la Zero- Glu.   Tornando a noi, dopo un paio di minuti aggiungiamo tutti gli altri ingredienti nell’ordine sopra elencato. Il sale? Aggiungiamolo non subito, lasciamo amalgamare gli ingredienti, per evitare che il sale neutralizzi l’azione del lievito.

Selezioniamo il programma 1, il livello di doratura desiderato ( io ho scelto doratura media) e avviamo la nostra macchina premendo il tasto Start. Possiamo aggiungere dell’acqua o della farina a seconda di come si mostra l’impasto.  Non dimentichiamoci di aggiungere il sesamo, dopo la lievitazione.  Alla fine del programma, estraiamo il pane dal contenitore quando è ancora caldo e lasciamolo raffreddare su di una griglia. Tagliamone una fetta, non subito, mi raccomando, lasciamo raffreddare.

SAM_6813

La vostra Monica 🙂

Annunci

Crostata di ricotta, caramello e amarene

SAM_6802

Buon martedì. Domenica pomeriggio, ho preparato per me, una piccola crostata. Solo per me! Avevo in frigo una ricotta di 100 grammi , delle amarene Fabbri , del caramello e quindi ho voluto riprodurre un dolce, comprato in pasticceria, che ho più volte visto qui in casa.

120 gr di farina per dolci Farabella

60 gr di burro

1 tuorlo

scorza grattugiata di 1/2 limone

65 gr di zucchero a velo consentito

1 pizzichino di sale

Per una crostata più grande? 225 gr di farina, 120 gr di burro, 2 tuorli, la scorza di un limone, 110 di zucchero a velo, 1 pizzico di sale. Ed ovviamente raddoppiate anche gli ingredienti per la crema.

Burro a temperatura ambiente. In una ciotola versiamo la farina, lo zucchero e il burro e aiutandoci con il palmo delle mani sgretoliamo il burro, amalgamandolo bene alla farina e allo zucchero. Aggiungiamo un pizzico di sale, la scorza di limone e infine il tuorlo. Impastiamo fino ad ottenere un impasto omogeneo

SAM_6791

Ho lasciato riposare in frigo per mezz’ora. Ho imburrato e infarinato una stampo di media grandezza, ho steso la pasta con il mattarello ed ecco

SAM_6796

Ho ricoperto con un foglio di carta alluminio ritagliato su misura e per tenerla ferma ho messo su dei pesetti. All’inizio si usavano fagioli, poi han creato proprio dei pesetti di acciaio, ed io? Per tenere ferma la carta e far peso, ho messo delle forchettine di acciaio, ovviamente tutte d’acciaio, senza decori in plastica o altro 🙂 Ho lasciato cuocere nel fornetto piccolo, preriscaldato, a 150°C , perché più potente del forno grande, tenendola sempre d’occhio, per 40 minuti (forno grande  preriscaldato a 200 ° C per 20 minuti). Lasciamo raffreddare. Per la crema di ricotta invece:

100 gr di ricotta

un pizzico di cannella

60 gr di zucchero a velo consentito ( io ho usato Eridania con scritta senza glutine)

una bustina di vanillina consentita

1 cucchiaio di caramello consentito ( ho usato decorì con quella bella scritta “senza glutine” che tanto ci semplifica la vita :-))

Amarene Fabbri

La ricotta che avevo in casa era molto umida e cremosa, consiglio una ricotta più compatta. Ho montato la ricotta con lo zucchero a velo con le fruste del mixer per 5 minuti, aggiungendo gli aromi e infine il caramello.   Riponiamo in frigo, giusto il tempo che freddi la base. Versiamo la nostra crema in una sac à poche, e decoriamo la base. Le amarene? Ah si, mettiamone a piacere e infine….una spruzzata abbondante di caramello. Crostata veloce e leggera!

SAM_6808

     SAM_6797

La vostra Monica 🙂

Pizza con pomodorini e parmigiana di melanzane

Buona domenica! Per me la pizza è sacra. Io? Mangerei pizza anche a colazione.

Mi viene spesso chiesto: <<Hai fame (domanda retorica perchè ho quasi sempre fame…di pizza)?

Ed io :<< certo che ho fame>>

<<E cosa vorresti mangiare?>>

<<PIZZA>>!

Quando poi mi trovo in pizzeria e la pizza sg è ottima…bhè, arrivo a mangiarne anche due! 🙂

Ieri pomeriggio ho preparato tante cose buone per la cena. Ho, questa volta, provato a pizzare con Farabella preparato per pane pizza.

Ecco il risultato

SAM_6742

Ho, come prima volta, seguito alla lettera la ricetta riportata sulla confezione. Ho sciolto 10 gr di lievito fresco in 350 gr di acqua. Ho versato 500 gr di Farabella per pane e pizza in una ciotola con l’aggiunta di un cucchiaio di zucchero; ho aggiunto il lievito sciolto nell’acqua e attivato il mixer con fruste da impasto…dopo pochi secondi ….. il sale ( 1/2 cucchiaino).  Dobbiamo ottenere un impasto cremoso. Ho lasciato lavorare il mixer per 6/7 minuti. Su di una teglia, foderata con carta forno, ho steso l’ impasto con l’aiuto di una spatola bagnata ..o con le mani , sempre bagnate.  Lasciamo lievitare per 40 minuti.

SAM_6734

Ho ricoperto con pomodorini freschi tagliati a pezzettini piccoli, olio, sale, basilico, aglio, un pizzico di origano . A 5 minuti dalla fine, ho aggiunto una porzione di parmigiana di melanzane sg “rubata” a pranzo .. 🙂

SAM_6737

Ho lasciato cuocere , in forno preriscaldato a 180° C, per 45 minuti. La pizza tende a rimanere molto chiara, vista l’alta percentuale di amido di mais presente nel preparato. Inoltre, non è molta  umida, infatti tende a seccare. Nella prossima ricetta, la miscelerò ad altre farine. La mia amica,  “Gatta Leonarda”, l’ha miscelata ad altre farine, raggiungendo ottimi risultati, le chiedo quindi di lasciare un commento a questo post, indicando le farine e le proporzioni usate. Grazie Gatta Leonarda!

 SAM_6741

La vostra Monica 🙂

Dolcetti di crema, amarene e ricordi

Buonasera amici. Il caldo è arrivato sulla nostra pelle ed è anche bello poterlo affermare, vuol dire che stiamo vivendo. A nessuno piace sudare, si sa, ma io, ad essere sincera, non mi lamento più di tanto.  Estate non è solo vacanza, estate non è solo sole, spiaggia o mare. Ci siamo lamentati per molto tempo, delle insistenti piogge, del freddo, del vento…ed ora che è arrivata l’Estate…ci lamentiamo un po’ troppo per del sudore in più. Ieri, ho voluto preparare dei dolcini con crema pasticcera e amarene.  Lo mangiavo volentieri prima di mangiare senza glutine ed io e la mia famiglia lo acquistavamo in una pasticceria di Giugliano in Campania, non ricordo il nome preciso, anzi non lo ricordo proprio hihihihi. Lo compravamo solo in quella pasticceria, l’odore dell’amarena che si sposava con la crema era unico.

Ed io, oggi, ho deciso di rivivere quella sensazione.

SAM_6714

Per la crema pasticcera ho usato

2 uova

2 cucchiai di zucchero

2 cucchiai rasi di amido di mais

200 ml di latte

Aroma vaniglia

Seguiamo sempre lo stesso procedimento, in una terrina versiamo i 2 tuorli, lo zucchero e mescoliamo fino a che non diventino chiari, aggiungiamo l’amido di mais e a filo il latte. Mescoliamo fino a farla addensare.

Lasciamo raffreddare.

Per la pasta frolla.

350 gr di preparato per dolci Farabella

150 gr di burro

140 gr di zucchero

2 uova

la punta di un cucchiaino di lievito per dolci*

Amarene in sciroppo consentite, io ho usato le amarene Fabbri

1 tuorlo per pennellare

Stampini

Burro a temperatura ambiente. In una ciotola versiamo la farina, lo zucchero, il burro e iniziamo con il palmo delle mani a sgretolare il burro. Aggiungiamo un pochino di lievito e infine le uova. Dobbiamo ottenere questo impasto.

SAM_6704

Imburriamo e infariniamo molto bene gli stampini. Stendiamo in piccole dosi la pasta e foderiamo gli stampini. La pasta deve avere lo spessore di mezzo cm. Io non l’ho fatto perché mi sono ritrovata in casa nipoti desiderosi di impastare e ho dovuto sbrigarmi. Ma nonostante tutto ci son riuscita. In una sacca versiamo la crema e ne mettiamo quanto ne desideriamo, al centro la nostra amarena e ricopriamo… Spennelliamo con il nostro tuorlo.

SAM_6706

SAM_6711

Non ho acceso il forno grande, ma un fornetto piccolo “sforna gusto”. È molto più potente, i suoi 120 gradi non sono gli stessi del forno tradizionale. Ho lasciato, quindi,  cuocere a 130 °C per 15 minuti, fino a doratura, teneteli d ‘occhio e non lasciateli cuocere troppo, rischiamo di lasciar asciugare troppo la crema.

Spolverizziamo di zucchero a velo, ma se non ne avete in casa, non fa nulla.

* Usiamo prodotti presenti in prontuario Aic, o con scritta “senza glutine”
SAM_6715

La vostra Monica 🙂

 

Sbriciolata alla nutella

Buon pomeriggio, eccomi di ritorno. Oggi un mio peloso ha subito una piccola operazione. Si sta svegliando piano piano.

Vi propongo un ottimo dolce, la Sbriciolata alla nutella. Ho usato un preparato per pasta frolla della Molino Dallagiovanna.  Giorni fa, ho sperimentato il preparato per pane della stessa azienda. Potete vedere l’ottimo 🙂 risultato raggiunto qui. Ecco gli ingredienti:

400 gr di farina “speciale pastafrolla”  Molino Dallagiovanna

150 gr di zucchero

150 gr di burro

2 uova

una bustina di aroma vanillina, se avete la vaniglia in casa..ancora meglio

un pizzico di sale

½ bustina di lievito per dolci ( io ho usato Conad..con scritta senza glutine)

Nutella quanto basta per ricoprire il disco

zucchero a velo (consentito) quanto basta per spolverizzare a fine cottura

SAM_6698

Il procedimento è molto semplice. Burro a temperatura ambiente. In una ciotola, versiamo il nostro preparato, lo zucchero, la vanillina, il pizzico di sale, il lievito. Misceliamo il tutto e aggiungiamo il burro ammorbidito, tagliato a pezzetti. Usando il palmo delle mani, sbricioliamo il burro prendendo della farina e una volta completata l’operazione, aggiungiamo le uova. Impastiamo e otteniamo questo risultato, un impasto granuloso.

SAM_6675SAM_6677

Ho usato uno stampo Pyrex, imburrato e infarinato. Con metà dell’impasto, foderiamo il nostro stampo, distribuendolo in modo uniforme su tutta la base dello stampo.

SAM_6678

Distribuiamo la nostra bella nutella, giusto quanto basta per soddisfare i nostri desideri cioccolattosi, ricopriamo con l’altra parte del composto granuloso rimasto. Lasciamo cuocere per 35 minuti in forno preriscaldato a 180° C.  A cottura ultimata, una spruzzata di zucchero a velo consentito.

SAM_6692La vostra Monica 🙂